Elena La Verde

I giorni dell'anno

Ho affilato l'udito

Ho affilato l'udito
ancora una volta
da quando sentivo vagiti.
Adesso attendo ogni ora
il cigolio di una porta
un vociare che chiama
una musica improvvisa
che denuncia la presenza
di un figlio che torna.
Si scatena una molla
dentro il mio cuore
che scatta i miei passi loro incontro
e me li trovo tra le braccia.
Concitati, frettolosi, distratti e sordi.
Ascoltano le loro parole
vedono i loro gesti
sentono il peso dei loro desideri.
E più nulla.
Ed io che vorrei dire, taccio
vorrei stringerli a me
ma immobile ascolto
e non trovo più le parole giuste
mentre un'onda delusa
avvolge la mia gioia.